Sin da piccola ho visto crescere i nostri olivi insieme a quelli dei nostri padri e dei nostri nonni protetti dalle montagne di Villacidro e anno dopo anno regalarci abbondanza di frutto e di olio. Dopo la maturità classica, ho conseguito la laurea in scienze e tecnologie Agrarie per approfondire la conoscenza sulla mia passione “LA terra”. Ho provato ad insegnare, ed espletare altri mestieri, ma non mi sentivo libera, non mi sentivo io! Per questo un po’ contro tendenza, pur potendo scegliere un lavoro meno impegnativo, la strada più semplice, appoggiata nelle scelte anche da mio marito, ho scelto la decisione che più veniva dal mio cuore, ritornare a “Su Connotu” che in lingua Sarda significa al conosciuto, alla terra.  Ho scelto d’intraprendere una produzione di qualità, di non sposare la linea del commercio, ma di essere solo e soltanto una produttrice di olive! La sveglia suona sempre presto, via con il computer a rispondere email, per i clienti, preparo il bambino per andare a scuola il mio cucciolo ha sette anni, bagno colazione, merenda, e si va a scuola! Rientro a casa scarponi e via in azienda a potare, trinciare l’erba, a sorridere con le piante! Il tempo passa veloce si corre a casa per preparare il pranzo, ritiro il mio bambino e tutti a tavola. Controllo i compiti, accompagno il bambino per le varie attività e poi giù in laboratorio ad imbottigliare. La giornata è sempre troppo corta, ed è già ora di cena tutti insieme a tavola con il sorriso della stanchezza, gustiamo tutti i giorni quello che la terra ci offre, il frutto del sorriso, il frutto della passione, il frutto dell’orgoglio di averlo visto, nascere, crescere e maturare! Abbracciando mio figlio, con il calore di mio marito mi addormento in un sol momento. In dieci anni la mia piccola azienda è cresciuta dai 5 ettari agli attuali 32, oggi l'arte di fare un buon olio è un continuo crescere con le nostre piante, i nostri frutti insieme ai nostri collaboratori rispettando i tempi e i ritmi della natura, ascoltandola e imparando giorno dopo giorno i linguaggi della terra per capire le sue esigenze e le nostre esigenze in una stretta e virtuosa reciprocità. Gustare il  nostro olio è gustare la nostra terra : le montagne qui intorno, la brezza marina delle antiche scogliere, la voce del vento di maestrale, sentire vicine le mani che hanno raccolto con cura le nostre olive. Vedere frangere come ultimo atto di una lunga e saporita fatica, dove finalmente l'oliva sprigiona tutto il suo essere nel trasformarsi sotto in nostri attenti sguardi in olio: l’olio della mia azienda Masoni Becciu. Tutto questo non ha prezzo, è impagabile, sentimi, bambina, donna, madre, sentirmi me stessa libera in mezzo alla terra.